Trip4Tyria
a spasso per Tyria, Listed Fan Site - Sito Fan ufficiale
del MMORPG (gioco di ruolo online) Guild Wars

Le missioni cooperative (Coop) di Prophecies (2 di 4 - Kryta del Nord e Maguma)

Coop 7: La porta di Kryta

  1. Inizio della missione
  2. Oink
  3. Cheswick
  4. Tomo di Orr
  5. Fine della missione

Missione principale

L'esodo dei rifugiati di Asclaon è quasi giunto al termine, dopo la morte del Principe Rurik le sepranze degli esuli è tutta nelle mani dei nostri eroi. Ormai Kryta è vicina, per raggiungere la salvezza dovranno solo superare l'esercito dei morti.

La missione è decisamente lineare, un susseguirsi di combattimenti con non morti, draghi e fantasmi. Le orde della morte sono imponenti e le abilità che infliggono danni sacri (preghiere punitive) possono rendere la missione molto più semplice (ad esempio Sguardo del giudice). Procedete con cautela cercando di non essere circondati e dovreste farcela senza troppa difficoltà.

Una volta giuti al villaggio fortificato troverete aiuto e un gruppo di soldati e sacerdoti Krytani si unirà a voi per liberare le paludi dalla mefitica infestazione.

Eliminato l'ultimo non morto nella palude la missione sarà finita.

Missione secondaria (extra)

Per iniziare la missione secondaria deviate di qualche passo dalla via principale per incontrare Oink (2) un simpatico facocero che ha perso il suo padrone. Fatevi seguire fino al villaggio, non preoccupatevi non può essere ucciso, e consegnatelo al legittimo propietario (3) uno storico specializzato nel perduto regno di Orr. Questi vi chiederà di recuperare un antico tomo mistico, fatelo (la strada gialla nella mappa) senza farvi accompagnare dai soldati Krytani. Giunti sul posto (4) e recuperato il libro salete assaliti da fantasmi di fumo (che possono infliggere danni notevoli da fulmine) cautela e prudenza sulla via del ritorno sono la chiave per il successo.

Riconsegnate il libro e anche la missione secondaria sarà completa.

 

Coop 8: La costa di D'Alessio

 

  1. Inizio della missione
  2. Benji
  3. Makala
  4. Offerta per Melandru
  5. Leva
  6. Confessore Dorian
  7. Tempio di Melandru
  8. Dinas
  9. Fine della missione

 

Missione principale

A causa della preponderanza delle forze non-morte i nostri eroi dovranno cercare di recuperare il leggendario Scettro di Orr. Per farlo dovranno inizialmente proteggere un villaggio dall'assalto dei non morti per poi salvare il Confessore Dorian in modo da farsi dire dove si trova lo scettro. La missione è lineare, almeno la primaria, ma non certo semplice.

Il combattimento con i non morti al villaggio può risultare piuttosto difficile, in gran parte grazie ai negromanti che animeranno alcuni sgherri dai cadaveri dei popolani. E' quindi consigliabile concentrare i propri attacchi su di loro. In città è inoltre presente una fontana che aumenterà la rigenerazione della salute di tutti coloro che si trovano nelle sue vicinanze, un valido aiuto per il combattimento.

Una volta sconfitti i nemici continuate lungo la strada (rossa nella mappa) fino a raggiungere il Confessore Dorian. Giunti in sua prossimità vedrete che è sotto attacco, fate molta attenzione, se dovesse morire la missione fallirebbe automaticamente.

Dovrete difenderlo da alcune ondate di non morti, la presenza di una fonte taumaturgica del tutto simile a quella del villaggio renderà lo scontro un po' più facile ma è consigliabile avere abilità che infliggano danni sacri e un minion master (domasgherri) nel gruppo.

Dopo qualche ondata di nemici e boss vi sarà chiesto di raggiungere Dinas (8) che ha con se lo Scettro di Orr. Lungo la strada troverete qualche Ettin mentre all'arrivo vedrete dinas impegnato a combattere contro un boss. Uccidetelo salvando il soldato e la missione sarà terminata.

Missione secondaria (extra)

La missione secondaria è decisamente complessa. Per prima cosa perché dipende dalla sopravvivenza di uno dei paesani attaccati all'inizio della missione. Giunti in prossimità del punto 2 sulla mappa correte in avanti e troverete Benji alle prese con un boss, salvatelo abbattendo il nemico e poi continuate a proteggerlo fino a che non avrete liberato il villaggio. Fatto questo andate a parlare con suo fratello Makala che fa la guardia al cancello (3) e chiedetegli di passare.

Continuate lungo la strada e giungerete davanti ad un piedistallo con un Vaso di cristallo (4) , è un'offerta per il tempio di Melandru. E' consigliabile che sia trasportata da un utente di magia (elemenatlista, necromante etc) poichè cadendo il vaso si rompe (è possibile tornare sui propri passi per prendere un'altra offerta)

Tirate la leva (5) e proseguite nella missione.

Quando vi sarà richiesto di raggiungere Benji fate una piccola deviazione verso il punto Tempio di Melandru (7) e consegnate il vaso. Potrete poi completare in tutta tranquillità la missione principale.

Note

  • Vista la presenza di non morti due dei sei personaggi del gruppo dovrebbero essere mistici, uno di questi misto punitivo/curativo o protettivo in modo da poter fornire se necessario supporto in combattimento.

Coop 9: La costa della divinità

 

  1. Inizio della missione
  2. Il Justicar Hablion
  3. La fonte della purificazione
  4. Prescelto
  5. Minha
  6. Fine della missione

 

Missione principale

Questa missione è decisamente lineare, per prima cosa i personaggi dovranno raggiungere il villaggio, semplicemente seguendo la strada indicata, uccidendo un po' di Squamati e Margolle. Arrivati al villaggio, dopo aver parlato col Justicar Hablion dovranno purificarsi ad una fonte mistica per poter trasportare il taumaturgico Occhio di Janthir.

A questo punto non resta che uscire dalla città ed affrontare un lungo tragitto infestato da Imp, Ettin, Tengu e non morti vari fino a raggiungere il villaggio di Loamhurst e completare così la missione.

Fate molta attenzione a non essere costretti a combattere in inferiorità numerica, i nemici sono decisamente agguerriti. Fate inoltre attenzione agli elementalisti non morti, utilizzano con abbondanza l'incantesimo Terrmoto e possono infilggere danni ingenti in pochi istanti.

Missione secondaria (extra)

La secondaria è invece il cuore di questa missione e potrà creare qualche grattacapo a giocatori ancora alle prima armi. La presenza di un mistico con abilità di cura e protezione è fondamentale poichè dovrete proteggere ben 5 prescelti ed evitare che vengano uccisi. Il problema principale consiste nel raggiungerli prima che i molti nemici ne abbiano la meglio.

L'Occhio di Janthir ha il potere di abbattere tutti coloro che non sono stati "Prescelti", e vi aiuterà in questo senso abbattendo anche i vostri molti avevrsari durante i combattimenti. Ogni volta che vi avvicinerete ad un PNG questo sarà ritenuto "indegno" ed abbattuto. Coloro che non cadranno davanti all'Occhio saranno considerati "Prescelti", il compito del gruppo sarà quello di scortarli fino alla fine della missione.

Nella mappa è indicata la posizione dei prescelti, fate però attenzione, appena entreranno nell'are della vostra bussola saranno attaccati da un gruppo di nemici, un mistico veloce e dalla cura pronta sarà quindi fondamentale per non perdere il bonus, dovrete infatti condurre tutti e 5 i prescelti fino alla fine della missione.

Superate le paludi, facendo attenzione ai prescelti che spesso non si accorgono delle capacità venefiche dell'acqua, dovrete parlare con Minha poco dopo l'ingresso del villaggio, prima di consegnare l'occhio, altrimenti il bonus non sarà considerato valido. Tutti e 5 i prescelti dovranno aver raggiunto il villaggio, quindi prendetevi il vostro tempo prima di parlare con la guardia. Fatto questo verrete riocmpensati e la missione secondaria sarà conclusa.

Coop 10: Le Brughiere

 

  1. Inizio della missione
  2. Centauri da spiare
  3. Boss centauri da uccidere
  4. Fine della missione

 

Missione principale

La trama si infittisce, i prescelti sono stati rapiti e devono essere salvati dai nostri eroi. Non è particolarmente complessa e richiede solo un po' di prudenza per essere completata. Lungo il percorso troverete alcuni grossi uomini-albero disposti dopo una barriera di liane che non potrà essere superata fino alla morte del guardiano. Fate dunque attenzione, appena un personaggio si avvicinerà al guardiano la barrierà si alzerà tagliando fuori il resto del gruppo.

Fate inoltre attenzione alle pattuglie di centauri, controllano un'area piuttosto larga e potrebbero circondare un gruppo troppo frettoloso, specialmente se non aiutato da un capace minion master (domasgherri)

La mappa è piuttosto labirintica è facile dunque perdersi, seguite il percorso rosso sulla mappa e non dovreste avere problemi. Raggiunta la fine della missione dovrete solo uccidere un gruppo di ragni con relativo boss, assicuratevi che anche un solo prescelto si salvi e la missione sarà finita..

Missione secondaria (extra)

La secondaria è piuttosto lunga, per prima cosa dovrete spiare una conversazione tra centauri (punto 2), avvicinatevi quindi solo quanto basta per iniziare a farli parlare e attendete che il gioco attivi la missione secondaria. Fatto questo potete uccidere i centauri e raccogliere il seme.

Proseguite ora lungo la missione principale e al bivio segnalato in mappa proseguite sulla destra fino a che non troverete un baratro invalicabile. Lasciate il seme all'interno del cerchio luminoso li vicino e creerete un ponte di liane che vi consentirà di ragginugere il lago. Non resta che raggiungere i due boss (punto 3) ed ucciderli. La missione secondaria sarà così conclusa.

Coop 11: Palude della Pietra Insanguinata

 

  1. Inizio della missione
  2. Ponti
  3. Semi
  4. Druidi
  5. Semi
  6. Altare
  7. Fine della missione

 

Missione principale

Il confine tra buonie cattivi si fa sempre più labile, chi sono veramente gli dei silenzioni del Mantello Bianco? I personaggi sono veramente dalla parte dei buoni o sono stati raggirati da una forza malvagia quanto antica? Questa lunga missione risponde ad alcune di queste domande.

I personaggi dovranno raggiungere la Pietra insanguinata attraversando la giungla per mezzo dei ponti di liane.

Per farlo è necessario procurarsi un seme per ciascun ponte (il primo vi sarà consegnato da un Saidra, un PNG). Dopo aver affrontato una lunga serie di nemici i personaggi raggiungeranno infine la pietra insanguinata e dopo un breve filmato dovranno uccidere il Justicar Hablion. Fate attenzione all'area ella pietra, su di essa infatti gli incantesimi di resurrezione richiedono molto più tempo, è quindi utile attirare i nemici invece di affrontarli in blocco.

Ucciso Hablion la missione sarà finita.

Missione secondaria (extra)

Per completare la missione secondaria i personaggi dovranno fare una piccola deviazione parlando con lo spirito di un druido e accettando di reclamare un altare sacro per lui, risvegliano gli spiriti di altri 3 druidi.

I personaggi dovranno prendere dei semi sacri e depositarli all'interno di alcuni templi per lliberare gli spiriti dei druidi. Il problema principale è che dovranno riuscire nell'impresa senza uccidere i guardiani (pena il fallimento della missione). Se non avete eroi con voi il modo migliore di procedere è quello di lasciare indietro i seguaci o di farli correre oltre i guardiani con la bandiera in modo che non possano attaccarli. Gli eroi potranno invece essere posti su pacifico. Un minion master in questa fase della missione è deleterio, gli sgherri infatti attaccherebbero a vista gli spiriti.

Abilità di corsa e blocco degli attacchi sono molto utili a questo scopo. Dopo aver liberato i druidi usando i semi al punto 5 (portandoli ai punti 4) nel punto 6 comparirà un Antico Druido, parlando con lui la missione secondaria sarà conclusa.

Dopo aver concluso la missione secondaria prendetevi pure la rivincita sui guardiani uccidendoli. Il primo gruppo ucciso causerà l'apparizione di un nutrito gruppo di ombre di livello 20, quindi molto pericolose. Vale la pena provare a ucciderli se il gruppo non è troppo debilitato, dato che hanno una bassissima probabilità di lasciare sul terreno un Globo di ectoplasma Globo di ectoplasma, materiale decisamente raro e prezioso.

Coop 12: La Radura dell'Aurora

 

  1. Inizio della missione
  2. Less
  3. Spiriti dei Druidi
  4. Tempio
  5. Druido
  6. Tempio
  7. Demagogo
  8. Teletrasporto
  9. Arrivo del teletrasporto
  10. Fine della missione

 

Missione principale

Questa è probabilmente una delle missioni più difficili di Prophecies e richiede, per essere completata con una certa semplicità, almeno 2 giocatori umani.

Gran parte della missione consiste nell'utilizzare dei cristalli magici, donati dagli spiriti dei druidi, per risvegliare il potere di particolari piedistalli ed aprire così la via al proseguimento dell'avventura. Per completare la missione principale seguite la strada rossa fino al secondo druido (3), prendete da lui i cristalli e usateli per ottenere il controllo dei templi (4) e passare nella penultima fase della missione.

Qui vi attende la prova più difficile, dovrete controllare 3 templi con i relativi cristalli prima che il Mantello Bianco li possa usare al vostro posto. Vi troverete a combattere contro il tempo "rubando" i templi conquistati dal Mantello e viceversa, mentre affrontate un cospicuo numero di nemici (vedere le note per la tattica da adottare).

Se il Mantello Bianco riuscirà a posizionare tutti e tre i cristalli la missione sarà perduta.

Controllati i 3 templi il teletrasporto centrale sarà attivato e il gruppo lo utilizzerà per passare all'ultima fase della missione. In questa i personaggi dovranno affrontare un boss esploratore (un gigantesco Beamoth delle radici). Ucciso il boss la missione sarà conclusa.

Missione secondaria (extra)

E' molto veloce da completare ma altrettanto facile da perdere se il gruppo non è abbastanza rapido. Dovranno infatti parlare con Less Arcolungo (2) per ottenere la missione. Il problema principale consiste nel fatto che appena entrato in bussola sarà attaccato dal mantello bianco e i personaggi dovranno correre in avanti per evitare che sia ucciso.

Le due strade sono indicate nella mappa, di solito è preferibile prendere a sinistra al primo bivio e correre oltre i due boss che proteggono la zona, cercando di curare Less. Uccisi i nemici e salvato l'esploratore vi sarà assegnata la missione; uccidere il Demagogo, un boss del Mantello Bianco che presidia la roccaforte vicina ai templi.

Dovrà essere ucciso prima che il gruppo prenda il controllo dei 3 templi altrimenti il filmato teletrasporterà immediatamente il gruppo al punto 9 e la secondaria non potrà essere completata.

Note

  • Il modo più semplice per controllare i templi è quello di conquistare quello più vicino all'ingresso, spostare poi il gruppo al centro della mappa (in corrispondenza del teletrasporto) e attendere li le varie pattuglie del mantello bianco per combatterle. Intanto un giocatore dovrà fare avanti e indietro tra il druido e uno degli altri templi per mantenerne il controllo. Finite le pattuglie il gruppo potrà andare ad uccidere in tutta tranquillità il Demagogo e conquistare poi l'ultimo tempio.
  • Un mistico giocante (o altro personaggio in grado di curare a distanza) ridurrà le possibilità che Less sia ucciso dal Mantello Bianco (dovrebbe infatti correre in avanti e occuparsi esclusivamente di salvare l'arciere)
  • Abilità di corsa sono molto utili, specialmente nella fase del controllo dei templi così come le abilità che permettono di rallentare il movimento nemico (i corridori sono molto veloci, azzoppamento, trappole, fatture di ghiaccio sono tutti metodi validi)
  • I Sapienti del mantello bianco sono estremamente pericolosi (sia in modalità normale che difficile) è quindi consigliabile ucciderli per primi per poi concentrare gli attacchi sugli Abati (misitici)
  • Un minion master (domasgherri) potrà aiutare a ridurre il problema dell'inferiorità numerica tra le due fazioni.

 

5
Voto medio: 5 (4 voti)